Note sul Copyright

Tutti i diritti riservati — Marchi e segni distintivi sono di proprietà dell’Associazione Ferrovie Siciliane  - AFS.

Tutto il materiale pubblicato su questo sito è protetto dalle leggi europee sulla proprietà intellettuale e non può essere riprodotto, distribuito, inviato, trasmesso, mostrato o pubblicato senza l’esplicita autorizzazione scritta del Webmaster o, nel caso di materiale di proprietà di terzi, del legittimo proprietario o autore.

Un nuovo francobollo per l’Alta velocità.

di  Augusto Barontini

Dopo ben 22 anni l’alta velocità ferroviaria torna a sfrecciare su un francobollo emesso da Poste Italiane.

 

Dallo scorso 2 ottobre è, infatti, in distribuzione un nuovo francobollo-foglietto da 0,60 euro dedicato al completamento della linea ad Alta Velocità sulla tratta Torino-Salerno.

 

Il francobollo è impresso in un riquadro perforato posto al centro del foglietto caratterizzato dagli stessi colori del francobollo. Fuori dal riquadro continua la sagoma del treno raffigurato nella vignetta e a sinistra, rispettivamente in alto e in basso, sono riprodotti i loghi di Ferrovie dello Stato e di Poste Italiane. Completa il foglietto la scritta “LINEA FERROVIARIA ALTA VELOCITÀ TORINO-SALERNO”.

Quanto alle caratteristiche tecniche dell'emissione, il francobollo è stampato dall’Officina Carte Valori dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., in rotocalcografia, su carta fluorescente, non filigranata per l’intero foglietto; formato carta e stampa del francobollo: mm 40 x 30; dentellatura: 13 x 13¼; formato del foglietto: cm 8 x 6; colori: sei; tiratura: due milioni e cinquecentomila esemplari.

 

Quasi a testimoniare il tempo che passa inesorabile, unitamente all’avanzare del progresso tecnologico in campo ferroviario, questa nuova emissione filatelica –possiamo affermare- manda definitivamente in “accantonamento” quella del 1988 raffigurante il convoglio ETR 450 “Pendolino”.

Il foglietto raffigura il treno ETR 500 - Frecciarossa, quotidianamente impiegato dalle nostre Ferrovie dello Stato nei collegamenti ad Alta Velocità su gran parte della rete ferroviaria nazionale, in evidenza su uno sfondo con i colori verde e rosso rappresentati nelle loro sfumature; l’autore del bozzetto è Angelo Merenda.