Già di primo mattino eravamo tutti al punto di riunione stabilito presso la Stazione Centrale a raccogliere le liberatorie necessarie per entrare in queste particolari luoghi di lavoro esposti ad una molteplicità di rischi di varia natura.

 

Espletate le formalità di rito, abbiamo iniziato la visita sapientemente guidati dall’Istruttore Capo sig. Benedetto Magistro (un amico dell’AFS che ringraziamo fin d’ora per l’accoglienza e la disponibilità manifestata a favore del nostro sodalizio).

 

La nostra visita al deposito è iniziata con una breve lezione sulle locomotive elettriche FS del Gruppo E 656 (“Caimani”) e sugli aggiornamenti che esse hanno subito per adeguarsi ai nuovi sistemi di sicurezza. Successivamente, abbiamo osservato 3 locomotive E656 CAIMANO (in testa al gruppo la E 656 104, ultima unità della prima serie di queste locomotive) e un locomotore da manovra del gruppo D214 tristemente accantonate su alcuni binari del piazzale.

 

La visita è proseguita salendo a bordo delle E 656 074 ed E 656 021, dove i nostri tutors FS ci hanno illustrato la sequenza di comandi propedeutica all’avvio della macchina ed al suo spostamento.

 

In tale circostanza, un tecnico dell’officina e ci comunicava che quel Caimano doveva essere trasferito in officina per delle piccole manutenzioni e così tre nostri Soci hanno avuto la possibilità di assistere in cabina di guida a questa breve ma emozionante (per loro) manovra.

 

Conclusa la visita a bordo dell’E656 Caimano il gruppo si è trasferito nelle vicine officine al cui interno il personale si adopera nelle piccole riparazioni e nella manutenzione ordinaria delle locomotive elettriche.

 

Tra vecchi motori (tra cui quello di un mitico 646), reostati, condizionatori, gruppi statici e assi dismessi (tra cui uno che si presume appartenesse ad un 626) abbiamo ascoltato le interessanti ed illuminanti parole dei nostri accompagnatori ed abbiamo avuto modo di osservare “da vicino” gli interventi in corso su diversi Caimani il cui Sistema Controllo Marcia Treno (in sigla SCMT) era guasto a causa (anche) del calore causato dalle temperature del caldo luglio siciliano.

 

 

 

Conclusa la visita al settore dedicato alla manutenzione dei rotabili elettrici, prima di avviarci verso il settore diesel abbiamo assistito, sul piazzale antistante detti impianti, alle operazioni di giratura della locomotiva da manovra D 145 2021 sulla piattaforma girevole. Un’operazione sempre spettacolare !!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il nostro tour è quindi proseguito all’interno delle officine, dove ci è stato illustrato l’intero processo di manutenzione dei rotabili Diesel e ci è stata anche data l’opportunità di leggere le istruzioni originali FS (datate anni 80 circa) di manutenzione dei vari mezzi diesel presenti in deposito (alcune D145, D214 ed anche la D245 0031, una delle prime macchine di questo gruppo).

 

Tra una spiegazione e l’altra, il tempo a nostra disposizione è volato via, restava solo il tempo di scattare qualche foto ricordo di questa bellissima giornata ed accomiatarci dal cordialissimo e gentilissimo personale FS ripromettendoci di tornare ancora tante altre volte e di commentare “a caldo”, sul nostro Forum, tutto ciò che avevamo visto ed ascoltato.

Note sul Copyright

Tutti i diritti riservati — Marchi e segni distintivi sono di proprietà dell’Associazione Ferrovie Siciliane  - AFS.

Tutto il materiale pubblicato su questo sito è protetto dalle leggi europee sulla proprietà intellettuale e non può essere riprodotto, distribuito, inviato, trasmesso, mostrato o pubblicato senza l’esplicita autorizzazione scritta del Webmaster o, nel caso di materiale di proprietà di terzi, del legittimo proprietario o autore.

 

L’AFS in visita al

Deposito Locomotive di Messina

 

di Massimo Giorgianni e Giovanni Puleo

 

Venerdì 13 Luglio 2012 insieme ad altri 25 Soci dell’Associazione Ferrovie Siciliane – AFS ci siamo recati in visita presso il Deposito Locomotive di Messina, avverando così un sogno da tempo nel cassetto dei tanti di noi.