Note sul Copyright

Tutti i diritti riservati — Marchi e segni distintivi sono di proprietà dell’Associazione Ferrovie Siciliane  - AFS.

Tutto il materiale pubblicato su questo sito è protetto dalle leggi europee sulla proprietà intellettuale e non può essere riprodotto, distribuito, inviato, trasmesso, mostrato o pubblicato senza l’esplicita autorizzazione scritta del Webmaster o, nel caso di materiale di proprietà di terzi, del legittimo proprietario o autore.

D i z  i o n a r i o     F e r r o v i a r i o

 

S — Z

SCALO

Stazione di smistamento o parte di impianto per lo più dedicato al servizio merci (scalo merci); ad attività di manovra; a sosta e deposito dei veicoli ferroviari.

SCC

V. Sistema di Comando e Controllo

SCMT

V. Sistema di Controllo Marcia Treno

SEDE FERROVIARIA

Area in cui si svolge la circolazione ferroviaria, comprendente la sovrastruttura ferroviaria (V. Armamento) e il corpo stradale.

SEGNALAMENTO

Insieme dei segnali, degli strumenti e delle norme che regolano la circolazione ferroviaria per mezzo di segnalazioni automatiche, manuali, ottiche o sonore.

SEZIONAMENTO LINEA DI CONTATTO

Sistema di interruttori e sezionatori che consentono la disalimentazione e la separazione visibile della linea di contatto.

SICUREZZA IN CASO D'INCENDIO

Insieme di misure, provvedimenti, accorgimenti e attenzioni intesi ad evitare, in accordo secondo le norme emanate dagli organi competenti, l'insorgere di un incendio e a limitarne le conseguenze.

SISTEMA DI COMANDO E CONTROLLO (SCC)

Sistema di regolazione delle circolazione ferroviaria delle Direttrici (V.) e dei Nodi (V.), in cui le attività di comando, controllo, coordinamento e comunicazione verso le stazioni dell'Area Controllata, sono elaborate presso il Posto Centrale (V. PC), dove sono riposte tutte le funzioni, l'organizzazione e le relative tecnologie.

SISTEMA DI CONTROLLO MARCIA TRENO (SCMT)

Prima fase funzionale dell'ATC (V.), che consente di proteggere in ogni istante la marcia dei convogli ferroviari, attivando il freno di emergenza in caso di superamento della velocità massima consentita dalla linea o di indebito superamento dei segnali a via impedita.

SISTEMA DI RILEVAMENTO BOCCOLE CALDE (RTB)

Sistema di rilevamento della temperatura dei cuscinetti di accoppiamento asse-carrello in grado di segnalare sovratemperature (boccole calde) attraverso l'impiego di captatori.

SISTEMI DI TELECOMANDO

Sistemi di automazione della circolazione (CTC; SCC; DOTE; ecc.)

SOTTOSTAZIONE ELETTRICA DI TRASFORMAZIONE E CONVERSIONE (SSE)

Impianto per la trazione elettrica che trasforma e converte la corrente elettrica alternata ad alta tensione, fornita dalle centrali di produzione e trasportata dalle Linee Primarie (V. LP), in corrente continua di alimentazione delle linee di Trazione Elettrica o di Contatto (V. TE o LC).

SQUADRE DI SOCCORSO

Comprendono Vigili del fuoco, organizzazioni mediche (ad esempio Croce Rossa, ecc.), organizzazioni tecniche (ad esempio THW in Germania), unità speciali dell'esercito o di polizia [ad esempio corpi del genio, SAR («Search and Rescue» = Ricerca e salvataggio)]

SSE

V. Sottostazione Elettrica di trasformazione e conversione

STAZIONE SOTTERRANEA

Stazione situata fra le gallerie, al di sotto della superficie, con parti aperte al pubblico

TASSO INCIDENTALE

Numero di eventi incidentali, per Km. per tipologia di incidente.

TE

V. Impianti di Trazione Elettrica

Telecomandi impianti fissi per la trazione elettrica

V. DOTE

Telecomando

Comando a distanza degli impianti ferroviari

TLC

V. Impianti di Telecomunicazione

TRACCIATO

Sviluppo plano-altimetrico della sede ferroviaria.

TT

V. Impianti di Telecomunicazione

VALUTAZIONE IMPATTO AMBIENTALE (VIA)

Studio che richiede particolari interventi nella progettazione di infrastrutture ferroviarie che riguardano: la definizione del tracciato, le opere d'arte, la sede, l'attenuazione del rumore.

ZONA TACHIGRAFICA

Nastro di carta su cui un dispositivo registra i dati essenziali della marcia di un treno, come la velocità e la distanza percorsa. Recuperando i risultati tracciati sulla carta, si può pertanto accertare se nel giorno, all’ora e nel tratto di linea considerati, la velocità della locomotiva era dentro ai limiti previsti.